Chi vince l'Oscar come miglior destinazione di viaggio alle Hawaii o Parigi?

A volte la vera star di un film è l'ambientazione stessa. Richard Linklater's Prima dell'alba praticamente vende Vienna per chiunque abbia pensato solo al passaggio. Di Alfred Hitchcock Vertigine è praticamente una cartolina di San Francisco della fine degli anni '50. Woody Allen's Manhattan fa lo stesso per New York e in bianco e nero senza tempo.

E quelli sono solo alcuni dei buoni film.

Quest'anno, due contendenti all'Oscar come miglior film stanno già cambiando i piani di viaggio dei film: I discendenti fa per le Hawaii, quello di Woody Allen Mezzanotte a Parigi fa per il passato letterario della City of Light.

Desintation-wise, quale pensi vinca l'Oscar come miglior destinazione? Ecco come ogni film fa - vota il tuo voto qui sotto:

I discendenti alle Hawaii

Matt King di George Clooney si accumula in modo memorabile nel suo perizoma attraverso l'incantevole quartiere di Nu'uanu sulle colline di Honolulu; scene di spiaggia cruciali sono fatte al famoso Waikiki sull'isola di Oahu. Ma il cuore del film è tutto Kaua'i, l'isola più tranquilla, più piccola, più rurale di spiagge quasi vuote e montagne lussureggianti che molti visitatori e abitanti del posto chiamano "le vere Hawaii".

Qui ci sono alcuni posti per seguire il personaggio di Clooney.

Dove dormire

Clooney fa jogging tra le case sulla spiaggia di Hanalei, una delle più belle del mondo. I nostri cottage preferiti per l'angolo cottura qui includono la Hanalei Surfboard House, un posto di steccato bianco con un tema "Elvis" e "cowgirl" ($ 250 a notte). A Hanalei Dolphin Cottages, puoi lanciare un kayak o stand-up paddle board dal cortile ($ 200 a notte).

Dove mangiare e bere

Clooney prende le sue figlie e incontra Beau Bridges, in un'istituzione di Hanalei, la baracca di legno Tahiti Nui, che ha aperto nel 1964 ed è meglio conosciuta per i suoi cocktail da bar e la scena luau. È turistico, ma cattura ancora l'atmosfera locale e devi farlo.

Il paradiso privato

Clooney è angosciato nel film per la vendita di un ranch per famiglie di lunga data da ritagliarsi in condomini. Il posto è reale. Appena a sud dell'aeroporto di Lihue, nell'angolo sudoccidentale dell'isola, Kipu Ranch era, come il film, una volta l'unica proprietà della famiglia reale delle Hawaii. Puoi visitare, anche accamparti lì. Il modo più semplice per vederlo è l'ATV su Kipu Tours, comprese le visite ai siti cinematografici (anche Indiana Jones ha fatto il suo ingresso qui), le cascate e la spiaggia appartata.

ATV macchiato di fango che esplora Kipu Ranch (Foto: Micah Wright, Lonely Planet Images)

Cosa avrebbe dovuto essere nel film

Un'escursione: una graffetta di Kaua'i. Non lontano da Kipu Ranch, il Maha'ulepu Heritage Trail è una splendida escursione di quattro miglia lungo la costa frastagliata tra una serie di spiagge di sabbia vellutata (e acque piuttosto mosso). Mentre l'escursione dal Kalalau Lookout che costeggia il bordo del canyon che domina la Napali Coast offre uno dei panorami più iconici delle Hawaii.

Compiti a casa

Il film è basato su Kaui Hart Hemmings "The Descendants", che farà una buona, se scontata, lettura sulla spiaggia. Altrimenti, guarda la versione cinematografica del musical del 1958 Pacifico meridionale, Jurassic Park e il colpo di apertura del Fantasy Island serie - tutte girate qui.

Mezzanotte a Parigi a Parigi

'Sei innamorato di una fantasia', il personaggio di Rachel McAdams dice a Gil Pender di Owen Wilson all'inizio del film. Bene, non siamo tutti? E il bello di rincorrere Parigi degli anni '20 (o Belle Epoque) è che vive praticamente insieme al presente.

Dove dormire

Owen e la banda vanno fuori di testa. Le loro camere di lusso furono girate all'Hotel Bristol, la cui apertura del 1925 attirò gente come Picasso e Salvador Dalí.

I veri nerd possono prenotare la camera 14 all'Hotel d'Angleterre, dove Hemingway rimase la prima notte quando si trasferì a Parigi nel 1921. Nerd o no, è un delizioso hotel di 27 camere in una strada tranquilla dietro l'École des Beaux Arts.

Dove mangiare

Il ristorante Polidor di St-Germain, dove Owen incontra Ernest Hemingway, potrebbe ottenere il maggiore impulso dal film. Aperto dal 1845, sembra lo stesso del film, più il vero Ernest ha davvero mangiato qui.

Antica automobile nel Quartiere Latino che potrebbe essere solo un trasporto magico nel passato (Foto: Dan Gair, Lonely Planet Images)

Dove illuminarsi

Dopo la sua rottura, Owen passa a sfogliare i libri in lingua inglese nella leggenda del quartiere latino Shakespeare & Company, lo stesso negozio che apre Prima del tramonto. Nella seconda guerra mondiale, i nazisti chiudono la prima sede (in rue de l'Odeon 12), fondata da Sylvia Beach - di cui, Hemingway dichiarava "nessuno che io abbia mai conosciuto fosse più bello per me". La "nuova" location, aperta dal 1951, è ancora un brivido da amanti dei libri, con una polverosa libreria al piano di sopra e posti per cinema dove affondare con uno dei libri nuovi o usati disponibili.

Dove fare acquisti

Owen chiacchiera con una donna francese che riappare su Cole Porter, il cui film "Let's Do It" recita gran parte del film, nel meraviglioso mercatino delle pulci di St Ouen, intorno al 1800 e conta ormai 2500 venditori. È un buon posto per le cose vecchie, forse anche alcuni dei cappelli da marinaio che vedono i signori indossare al Café de la Paix in questa bobina da viaggio degli anni '20.

Il luogo del matrimonio surrealista del film, dove Owen dà un'idea cinematografica a Luis Buñuel, è Deyrolle, un negozio di tassidermia aperto che deve essere visto per essere creduto. Aperto dal 1831, troverete tutte le cose farcite, in vendita: cicogne, tigri, farfalle.

Cosa avrebbe dovuto essere nel film

L'ippodromo di Auteuil. Le corse dei cavalli pesavano fortemente su Hemingway nei suoi giorni della "generazione perduta" (evidente nella sua semplice descrizione di Evan Shipman: "Era un poeta raffinato e conosceva e si preoccupava dei cavalli"). La pista preferita di Hem, l'Auteiul, è una tribuna fatiscente ma gloriosa del 1873. E uno dei nostri preferiti punti di osservazione alternativi per la Torre Eiffel.

Passeggiata

Espatriato da lungo tempo a Parigi John Baxter, l'autore di La più bella passeggiata del mondo, offre visite guidate a piedi da 100 euro a persona.

Compiti a casa

Leggi il fantastico libro di Ernest Hemingway, Una festa mobile, essenzialmente una guida al film.