Cosa vedere a Hiroshima e nella regione di Setouchi, in Giappone

Torii Gate (c) Rupert Parker
L'unico posto nella regione del Setouchi in Giappone che sarà familiare alla maggior parte è Hiroshima, la città distrutta dalla prima bomba atomica nella seconda guerra mondiale. È una destinazione a sé stante ma è un'ottima base per esplorare il Mare Interno di Seto, che comprende più di 350 isole. Troverete santuari shintoisti, archetipici paesaggi giapponesi e cibi e bevande deliziosi tra cui il mortale pesce Fugo.
LEGGI ANCHE: Dove prendere le migliori foto nella Regione di Setouchi, in Giappone

Hiroshima

Hiroshima è a cinque ore di treno ad ovest di Tokyo e, naturalmente, dove la prima bomba atomica è stata sganciata il 6 agosto 1945. Era quasi completamente appiattita, ma da allora è stata completamente ricostruita. È una città vivace e attraente, ma ovviamente è difficile ignorare la sua terribile storia.

È buio mentre mi dirigo verso il fiume Motoyasu per vedere l'iconico Genbaku Dome, il guscio della Sala delle Promozioni Industriali, conservato esattamente come è stato lasciato dopo l'esplosione. Questa zona era il cuore commerciale e politico della città, quindi era un obiettivo ovvio per i bombardieri americani. The Dome è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1996 ed è difficile non sentirsi commosso dalla tragedia.
Genbaku Dome
Cammino verso la riva opposta che è stata dedicata come Peace Memorial Park. Il msuem dettaglia la storia di Hiroshima, in particolare il lancio della bomba e le sue conseguenze. L'edificio principale si occupa degli eventi del 6 agosto, attraverso la spiegazione scientifica e ci sono mostre piuttosto macabre di oggetti appartenenti alle vittime. L'edificio est racconta la storia di Hiroshima prima e dopo l'attentato e descrive gli sforzi di disarmo nucleare della città.
Peace Memorial Park
Il punto focale del parco è il cenotafio della memoria, inscritto con oltre 220.000 nomi di coloro che hanno perso la vita, con nuovi nomi aggiunti ogni anno. Nelle vicinanze si trova la Fiamma della pace che brucerà fino a quando tutte le armi nucleari non saranno ritirate. Ogni anno c'è un servizio commemorativo il 6 agosto, quando le ghirlande sono deposte al Cenotafio. Un momento di silenzio è osservato alle 8:15 del mattino, l'esatto momento di detonazione, le campane del tempio suonano, le sirene ululano e le colombe bianche vengono liberate.

Santuario di Itsukushima sull'isola di Miyajima

Un'ora di traghetto da Hiroshima è un altro patrimonio mondiale dell'UNESCO. L'isola di Itsukushima, nel mare interno di Seto, è stata un luogo sacro dello shintoismo fin dai tempi più antichi. I primi edifici sacri qui furono probabilmente eretti nel VI secolo. Il santuario attuale risale al 13 ° secolo e gli abitanti del posto chiamano l'isola Mijajima che significa "Isola del Santuario".
Torii Gate (c) Rupert Parker
Al mio arrivo, passo i sei pilastri dell'entrata rossa o della porta Torii, alta 16 metri e del peso di 60 tonnellate, che sale dal mare. Sorprendentemente, i pilastri non sono sepolti nel fondo del mare ma usano il loro stesso peso per tenerli in piedi. Storicamente, i pellegrini dovevano guidare le loro barche attraverso il Torii prima di avvicinarsi al santuario. Il mio traghetto è piuttosto grande da attraversare ma ci sono barche a noleggio se sei così disposto.
L'isola stessa era considerata così sacra che, per preservarne la purezza, solo i monaci potevano camminare sul suo suolo sacro. Il santuario fu costruito su palafitte sull'acqua, galleggiando separato dalla terra, così i pellegrini potevano pregare. Il complesso è costituito da più edifici, tra cui una sala per le preghiere, una sala principale e un palcoscenico del teatro Noh, il tutto collegato da una serie di passerelle. Nonostante la folla, è un posto sereno e la mancanza di porte e pareti esagera il senso dello spazio.
Complesso del Santuario (c) Rupert Parker
In questi giorni, i pellegrini sono ammessi sull'isola. La maggior parte delle persone si arrampica sui 500 m del Monte Misen, il punto più alto dell'isola, a piedi o con un paio di funivie. Fa troppo caldo per me quindi mi accontento di visitare il tempio shintoista di Daishoin, costruito su un pendio. È ancora un po 'in salita e i gradini sono allineati con file di ruote di preghiera in metallo che si girano mentre si passa. All'interno di un sacerdote si svolgono cerimonie religiose con pellegrini che presentano i loro desideri scritti agli dei.

Ponte di Kintai

Circa 90 minuti di treno da Hiroshima è lo storico ponte Kintai, che attraversa il fiume Nishiki in una serie di archi in legno. Fu costruito nel 1673 per collegare il castello di Iwakuni, seduto sulla cima del monte. Yokoyama, nella città di Iwakuni, dopo che i precedenti ponti erano stati portati via. È unico al mondo e si pensa che l'idea sia venuta dalla Cina e nessuno l'abbia copiata perché non capiva la tecnologia.
Ponte Kintai (c) Rupert Parker
Mentre cammino, vedo il segreto: i cinque archi siedono su quattro pilastri di pietra e su due piloni di legno che si alzano dal letto asciutto del fiume dove il ponte inizia e finisce. La manutenzione regolare era essenziale: ogni vent'anni le campate centrali venivano sostituite mentre quelle esterne che collegavano agli argini venivano sostituite ogni quaranta. La cosa straordinaria è che non sono stati usati chiodi, ma le parti in legno sono state accuratamente montate e fissate con fascette metalliche.
Per i primi 195 anni della sua storia, fino allo smantellamento del sistema feudale dopo la restaurazione Meiji del 1868, solo ai signori e ai loro vassalli fu permesso di usare il ponte. Sfortunatamente, nel 1950 il ponte fu spazzato via durante il tifone Kijia, ma fu ricostruito nel 1953.
Mentre arrivo al lato opposto, è come tornare nel vecchio Giappone, con i terreni dell'ex residenza del sovrano ora trasformati in Kikko Park. Comprende musei, fontane, case dei samurai, il santuario della famiglia Kikkawa e teche di vetro contenenti i misteriosi sacri serpenti bianchi. Sono albini con occhi rossi e squame bianche e crescono fino a 180 cm di lunghezza e 15 cm di diametro. Si credeva che fossero messaggeri di Benten, la dea della ricchezza.
La pesca dei cormorani è grande qui. I pescatori in costume tradizionale trainano le barche di legno sul fiume di notte con una torcia posta nella parte anteriore di ogni barca per attirare il pesce, di solito una varietà di trote piccole. Rilasciano il cormorano nell'acqua con una corda attaccata al collo e una volta catturato un pesce, i pescatori tirano l'uccello e lo fanno sputare fuori il pesce.

Shimonoseki

90 minuti ad ovest dal treno proiettile è Shimonoseki, capitale del Fugu giapponese. Il suo mercato di Haedomari è specializzato nel famigerato pesce killer giapponese, famoso sia per il suo prezzo elevato che per i suoi interni letali. Un Fugu è cento volte più velenoso del cianuro, contenente una quantità sufficiente di tossina nel fegato per uccidere cinque uomini.
Ovviamente, sparsi per il porto sono ristoranti specializzati in questo pesce assassino, tutti con licenza per dare tranquillità ai propri clienti. Sapete dove andare perché ci sono delle repliche coccolose che siedono sul molo dove i turisti si fanno fotografare. Non è abbastanza per me, quindi prendo la mia vita nelle mie mani e vado per un pasto speciale Fugu.
I turisti scattare una foto di fronte al pesce gigante fugu (c) Rupert Parker
Prima di tutto è un piccolo filetto alla griglia con salsa all'aceto, seguito da una pelle grattugiata con insalata e uova di pesce. Penso che non assaggi molto, e questo è confermato quando ricevo un trio di sashimi sottili, fette cotte con peperoncino e cipolla verde e altra pelle grattugiata. Più consistente è un filetto fritto, con una consistenza che mi ricorda le zampe di rana. Finalmente c'è una pentola a vapore, composta da guarnizioni di pesce con cavoli e verdure.
Fugu Fish Appetizer (c) Rupert Parker
Sul treno di ritorno a Hiroshima, sembra che non abbia effetti negativi quindi, prima di tornare a casa, provo la versione della città di Okonomiyaki. Ora ho mangiato questa frittella di cavolo prima ad Osaka, dove tutti gli ingredienti sono mescolati nella pastella e poi fritti. Qui a Hiroshima, si inizia con un sottile strato di pastella sul piatto caldo prima di stratificare il cavolo, guarnendo con scaglie di bonito, laver verde e salsa okonomiyaki più fette di ravanello sottaceto e cipolle verdi tritate. Dammi questo sopra il pesce Fugu ogni giorno.
Okonomiyaki (c) Rupert Parker

File di fatti

VOLARE: British Airway vola direttamente a Tokyo da Londra Heathrow.
TRENO: È un viaggio in treno di cinque ore da Tokyo a Hiroshima.
RESTARE: Il Grand Prince Hotel è una buona base a Hiroshima, vicino all'acqua.
DI PIÙ: L'Ente del turismo di Setouchi ha informazioni sulla regione. L'Organizzazione nazionale del turismo del Giappone ha informazioni sul paese.