Dove trovare hygge in estate Copenaghen

hygge (pronunciato 'hougga') il concetto danese di conforto e convivialità, dappertutto, difficile da definire, è qualcosa che si può associare all'inverno: coperte morbide, ciabattine foderate di pelliccia e candele. Ma non devi aspettare che si raffreddi per un punto di questa singolare forma di contentezza danese. Copenaghen stesso è hygge in ogni stagione, pieno di design che è ergonomico e non aggressivo. Hygge parla dei piccoli piaceri della vita, del tempo di qualità, della visita di luoghi affascinanti e del divertimento senza fronzoli di cose belle, e la capitale danese ha una vasta gamma di divertimenti estivi da godersi.

Navigare lungo i canali di Copenaghen è un'attività estiva popolare © vladacanon / Getty

Viaggi in barca

Pasticciare sui corsi d'acqua di Copenaghen è uno splendido modo per avere un hyggelig (accogliente) tempo. Noleggiate una barca a energia solare da GoBoat (www.goboat.dk), che è attentamente attrezzata con tavoli da picnic. È possibile ottenere un cestino da picnic pronto da GoBoat, o fare scorta di deliziose prelibatezze locali come pane di segale, aringhe e formaggi presso le invitanti bancarelle di cibo di Torhallerne oltre ad alcune birre artigianali di microbieri locali come Mikkeller. Tutto quello che resta da fare è il putter lungo il canale: amici, buona compagnia, chiacchiere e un bel picnic.

Amici per un giro in bicicletta © william87 / Getty

Ciclismo

Un aspetto di hygge è il collegamento con la natura, e il ciclismo è un modo meraviglioso per scivolare in giro per la città ed esplorare i suoi angoli più verdi. Il ciclismo a Copenaghen ha un'incredibile lunghezza di 350 km di piste ciclabili separate ed è piatto di pancake, rendendo il ciclismo facile e sicuro. Raramente vedrai un accenno di lycra: i locali salgono a bordo delle loro biciclette (sobrie piuttosto che appariscenti) con i tacchi, lunghi soprabiti, persino le valigie in equilibrio. Sali in bici e parti con una persona cara, un'amica o da solo per goderti la frondosa periferia della città. Trova percorsi stimati sul sito Web Bike Map.

Tivoli

I Giardini di Tivoli sono il fulcro della città e non incontrerai mai un tema più bello. È pieno di fascino e fantasia: c'è una pagoda cinese, pavoni erranti, un lago navigabile, lanterne scultoree e fairlight scintillanti tra gli alberi. Quest'anno c'è un quotidiano (tranne il venerdì) 175esimo parata dell'anniversario per celebrare l'anniversario del parco. I numerosi ristoranti di Tivoli hanno terrazze, e c'è persino Cakenhagen, un caffè interamente dedicato alla torta, che serve i più piccoli intrugli, preparati ogni giorno da pasticceri freschi. Durante l'estate Tivoli ospita centinaia di concerti, tra cui jazz, musica classica e rock, in vari luoghi del parco, favoriti dai locali che si affollano qui per immergersi nella magia di Tivoli.

Copenaghen ospita una serie di placidi spazi verdi, tra cui il delizioso King's Garden © Gimas / Shutterstock

Giardini

Copenaghen ha bellissimi parchi e giardini, perfetti per girovagare nei mesi di sole. Il Garden of the Royal Library (Slotsholmen) è uno dei luoghi preferiti, una delizia tranquilla nascosta nel cuore della città. Il 17esimo-Il giardino del re del secolo (Kongens Have), intorno al castello di Rosenberg, ha prati verde smeraldo e viali alberati ideali per un rinfrescante ritiro o picnic: questo era il giardino della cucina reale, ed è oggi l'ambientazione per intrattenimenti come il teatro delle marionette. Uno dei parchi più grandi è Valbyparken (Hammelstrupvej), nel sud di Copenaghen, con 17 diverse aree: annusa i profumi floreali delle 12.000 rose del Rose Garden, o gioca il bizzarro gioco del frisbee golf al Disc Golf. Il Cimitero di Vestre è un altro parco molto amato che copre 54 ettari, con alcune passerelle alberate a forma di tunnel, dove la tua passeggiata sarà accompagnata da uccelli, vegetazione e luce screziata in abbondanza.

Mangiare e bere

È il design e l'illuminazione: così piacevole alla vista. È la cucina nordica bella ma semplicemente presentata. È la birra di nicchia servita in un bicchiere senza fronzoli ma dal design impeccabile. Mangiare e bere a Copenhagen spesso sembra un'opera d'arte sottovalutata. È minimalista e informale, e il piacere è nei dettagli. A Norrebrø, c'è Grød che serve solo porridge (dal pollo alla mandorla) o risotto, sicuramente i cibi più gustosi al mondo. Il ristorante Ravelinen vanta un giardino sull'acqua illuminato da fairlight, ideale per una cena accogliente. Il ristorante Höst serve cibo nordico e i suoi interni hanno materiali naturali intrecciati nel loro design e morbide pelli di pecora sulle sedie. Sempre più popolari a Copenaghen sono le aree di cibo di strada, dove puoi scegliere la cucina che ti piace insieme ad un gruppo di amici, come la Bridge Street Kitchen, con un ambiente in riva al mare da aggiungere a questa sensazione - Grød ha anche uno sbocco qui. Per quanto riguarda i bar, ci sono alcuni posti fantastici con divani in cui immergersi e cocktail o birra locale nel menu - prova da 1656 (Gasværksvej) a Vesterbrø - e caffè in ogni angolo. Prova il Coffee Collective in tutta la città per il caffè di prima qualità, arrostito sul posto, che ci porta in un altro modo per godere di un po 'di hygge tutto l'anno, che è ...

Un camion di gelati sulle isole Brygge © MivPiv / Getty

Prelibatezze danesi

La gioia dei piccoli piaceri si presta particolarmente bene alle cose dolci, come l'incredibile gelato artigianale. Perfetto in una giornata calda è Svaneke a Tivoli, producendo il miglior gelato artigianale, con aromi cremosi come fichi e gelso. Assapora le delizie inventive di Bryggen11, vicino al bagno del porto di Islands Brygge: uno dei preferiti viene fornito con semi di papavero. Istid a Norrebrø produce un gelato biologico a base di azoto liquido, creato con un drammatico sbuffo di fumo che gli conferisce un senso di occasione e un'incredibile consistenza.

Conosciuti come dolci danesi ovunque, qui le miscele croccanti, leggere e fragranti si chiamano Pane di Vienna (wienerbrød), come sono stati introdotti in Danimarca dagli chef viennesi nel 1840. Per un vortice di cannella con zucchero e spezie e tutto kannelsnurrer, prova Meyers Bageri, di proprietà dello chef Claus Meyers, un pioniere gastronomico nordico. Oppure vai alla scoperta di creazioni divine su Leckerbaer, una pasticceria gestita da chef stellati Michelin Jacob e Gabi Mogensen.